POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 15 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

circolazione stradale | 03 Settembre 2019

La sostanza stupefacente in tasca interferisce con l’idoneità alla guida

di Stefano Manzelli

Essere segnalati dalla polizia come consumatori di droga attiva una serie di formalità burocratiche come l’invito a smettere di utilizzare le sostanze e la possibile revisione della patente di guida. Anche se il controllo non viene effettuato alla guida di un veicolo.    

(Consiglio di Stato, sez. II, sentenza n. 5868/19; depositata il 26 agosto)

Ma solo se si tratta di un accertamento recente, successivo all’entrata in vigore del d.lgs. n. 59/2011 che ha innestato nell’ordinamento la correlazione diretta tra uso di sostanze stupefacenti e possibile verifica dei requisiti di idoneità...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.