POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 24 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
AMMINISTRATIVO

ultime dal cdm | 14 Settembre 2018

Da Palazzo Chigi il decreto emergenze e la riforma per la “concretezza” della P.A.

Nella seduta di giovedì 13 settembre, il Consiglio dei Ministri n. 19 ha approvato il decreto emergenze contente disposizioni urgenti per la città di Genova, per la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, per il lavoro e per le altre emergenze; inoltre è stato approvato un d.d.l. che introduce interventi per la concretezza delle azioni delle amministrazioni pubbliche e la prevenzione dell’assenteismo.  

Decreto emergenze. Obiettivo del d. l. è l’introduzione di disposizioni urgenti volte, sia a velocizzare le operazioni di demolizione e ricostruzione del ponte Morandi, sia a sostenere i soggetti colpiti dal crollo e garantire così la ripresa delle attività produttive e il ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture. Misure urgenti sono introdotte anche per gli eventi calamitosi che hanno colpito l’Italia centrale e l’isola di Ischia.
Tra gli interventi previsti per la città di Genova si istituisce un contributo di sostegno per tutti coloro coinvolti dalle ordinanze di sgombero che hanno subito danni materiali. Un contributo è riconosciuto anche alle imprese danneggiate, alle quali vengono concesse inoltre misure di facilitazione fiscale, per la piena ripresa dei traffici portuali. Viene poi istituita la figura del Commissario straordinario per consentire la celere ricostruzione delle infrastrutture danneggiate.
Al fine, poi, di garantire la giusta sicurezza nella mobilità e nei trasporti si realizza un’Agenzia di vigilanza per la sicurezza delle strade e autostrade.
Si introducono anche misure per velocizzare la ricostruzione a seguito del sisma del Centro Italia, con l’individuazione di un nuovo Commissario, e misure di sostegno per la riparazione e l’assistenza dei territori dell’Isola di Ischia.

 

Pubblica Amministrazione. Il Consiglio dei Ministri ha inoltre approvato un disegno di legge contenente interventi volti alla concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e alla prevenzione dell’assenteismo. Lo scopo è quello di garantire maggiore efficienza della P.A. con l’introduzione del “Nucleo delle azioni concrete di miglioramento dell’efficienza amministrativa” con la funzione di garantire l’attuazione delle disposizioni in materia di funzionamento della P.A..
Per fare ciò è prevista l’assunzione di ulteriore personale a tempo indeterminato da parte delle amministrazioni delle Stato.