POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 04 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

tutela dei consumatori | 12 Luglio 2018

Dall’Antitrust la sanzione ad Eni gas e luce per la fatturazione scorretta dei consumi

L’Antitrust ha irrogato ad Eni gas e luce una sanzione di 1 milione e 800mila euro a causa nell’inadeguata gestione delle istanze dei consumatori in relazione alla fatturazione dei consumi di elettricità e gas.  

Fatturazione scorretta e iniziative di Eni gas e luce. Il 5 luglio 2018 con la chiusura del procedimento di inottemperanza dell’Antitrust nei confronti di Eni gas e luce, quest’ultima è stata sanzionata per la sua condotta «consistente nell’inadeguata gestione delle istanze dei consumatori relative alla fatturazione dei consumi di elettricità e gas, a fronte del contemporaneo avvio dell’attività di riscossione».
Il procedimento traeva origine dalla numerose segnalazioni dei consumatori, i quali lamentavano problemi connessi alla fatturazione dei consumi di importo elevato oltre ad importi non correttamente stimati, rettifiche tardive dei consumi fatturati, omessa acquisizione delle letture o delle autoletture e incompletezza dell’informativa in bolletta.
L’Antitrust ha riscontrato che la società ha assunto importanti iniziative a favore dei consumatori prospettando misure migliorative in tema di fatturazione e di gestione di reclami per superare le problematiche emerse nel procedimento.
In considerazione delle rilevanza di tali iniziative l’Autorità ha deciso di ridurre la sanzione da irrogare ad Eni gas e luce per un importo pari a 1.800.000 euro.