POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 25 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
AMMINISTRATIVO

assemblea condominiale | 08 Marzo 2018

Nessuna sanatoria per la nuova canna fumaria installata senza l’assenso di tutti i condomini

di Giulia Milizia

Ai sensi dell’art. 1120 c.c. sono vietate le innovazioni che possano recare pregiudizio alla stabilità o alla sicurezza del fabbricato, che ne alterino il decoro architettonico o che rendano talune parti comuni dell'edificio inservibili all'uso o al godimento anche di un solo condomino. La nuova canna fumaria realizzata abusivamente da un ristorante rientrava in queste ultime due ipotesi ed incideva sugli interessi e diritti dei condomini circostanti (fumi ed odori molesti). Ergo, per ottenere la concessione in sanatoria è necessario l’assenso di tutti i condomini.

(TRGA, sez. Autonoma di Bolzano, sentenza n. 62/18; depositata il 22 febbraio)

È quanto deciso dal TRGA Bolzano con la sentenza n. 62 depositata il 22 febbraio 2018. Il caso. La ricorrente è una società che ha affittato due locali in un condominio per svolgere l’attività di ristorazione....

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.