POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 18 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

vittime del dovere | 04 Dicembre 2017

Le colpe dei cugini non possono ricadere su chi ha messo a rischio la vita nello svolgimento delle proprie funzioni

di Marilisa Bombi

Va risarcito, quindi, ai sensi della legge per le vittime del dovere l’autista dell’autovettura blindata a bordo della quale viaggiava un Procuratore caduta in un agguato camorristico ed esso stesso gravemente ferito.

(Consiglio di Stato, sez. III, sentenza n. 5641/17; depositata il 1° dicembre)

La vicenda. Il Consiglio di Stato, sezione III, con la sentenza n. 5641/17 del 1° dicembre ha respinto l’appello del Ministero dell’Interno e confermato, pertanto, la decisione del Giudice di primo grado il quale aveva ritenuto illegittimo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.