Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 18 novembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
AMMINISTRATIVO

PAT - prassi | 16 Ottobre 2017

Contributo unificato: dal 1° novembre in vigore la nuova modalità di pagamento

Dal 1 novembre 2017 entreranno in vigore le nuove modalità di versamento del contributo unificato individuate dal d.m. 27 giugno 2017 n. 113008.

Per effetto di quanto previsto dall’art. 1 d.m. n. 113008/2017, a partire dal 1° novembre 2017 il contributo unificato dovrà essere versato tramite il sistema dei versamenti unitari ex artt. 17 ss. d.lgs. n. 241/1997 senza la possibilità di avvalersi della compensazione ivi prevista, con un apposito modello “F24 Versamenti con elementi indentificativi” (F24 ELIDE) da presentare esclusivamente con modalità telematiche messe a disposizione dall’Agenzia delle entrate ed intermediari.

Istruzioni. A tal fine, il sito istituzionale della Giustizia amministrativa ha pubblicato le istruzioni per il pagamento del contributo unificato e l’inserimento dei dati della quietanza nel modulo di deposito (insieme alla tabella codici tributo e codici ufficio).
Le operazioni da svolgere sono le seguenti:
- pagare il contributo unificato tramite il modello F24 Elide;
- ottenere la quietanza di pagamento rilasciata dall’Agenzia delle entrate o dall’intermediario (es. dalla propria Banca tramite il servizio Home Banking);
- inserire i dati del contributo unificato nella sezione Contributo Unificato del Modulo di Deposito Ricorso o nel Modulo di Deposito atto, quindi depositare l’atto con le modalità consuete.

(Fonte: www.ilprocessotelematico.it)



Qui le istruzioni per il pagamento del Contributo Unificato tramite F24