POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 20 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

ambiente | 07 Luglio 2017

In G.U. le modifiche al codice ambientale

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 156 del 6 luglio 2017, il decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 104, che andrà ad incidere sul codice ambientale. La normativa andrà ad attuare la direttiva comunitaria 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE. 

È stato pubblicato ieri sulla Gazzette Ufficiale n. 156/2017 il d.lgs. n. 104/17, che andrà ad incidere sul codice ambientale (d.lgs. n. 152/2006).
La normativa andrà ad attuare la direttiva comunitaria 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della legge 9 luglio 2015, n. 114.

Valutazione impatto ambientale. Tra le novità introdotte vi è una procedura straordinaria, in alternativa all’ordinaria, che prevederà la possibilità di richiedere, per progetti di competenza statale, un «provvedimento unico ambientale» che andrà a coordinare e sostituire tutti i titoli abilitativi o autorizzativi comunque riconducibili ai fattori ambientali.
Sarà, inoltre, possibile avere una valutazione preliminare del progetto da parte dell’autorità competente al fine di individuare la corretta procedura da avviare.
Nonché la completa digitalizzazione degli oneri informativi, con l’eliminazione degli obblighi di pubblicazione e uniformità delle regole su tutto il territorio nazionale.



Qui il d.lgs. 16 giugno 2017, n. 104; in G.U. 6 luglio 2017, n. 156