POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 09 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

ambiente | 22 Dicembre 2016

Baracche in aperta campagna: anche l’occhio vuole la sua parte, soprattutto in Toscana dove il paesaggio è un bene da tutelare

di Marilisa Bombi

Chiedeva, trent’anni fa il condono edilizio per tre annessi agricoli (rimessa attrezzi, fienile, casotto per alloggio di pompe d’irrigazione), costruiti in zona non ancora assoggettata a vincolo paesistico. Ma è comunque legittimo il diniego e l’ordine di demolizione del Comune se i manufatti sono di forma grossolana e realizzati con materiali per lo più inadeguati

(Consiglio di Stato, sez. IV, sentenza n. 5366/16; depositata il 19 dicembre)

Come nel caso della copertura di uno di essi, o come nel caso del fienile che è stato realizzato addirittura con materiali di recupero, oltre alla lamiera che è di per sé un materiale non adatto all’ambiente interessato....

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.