POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 18 luglio 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

question time | 14 Luglio 2016

Stage formativi e carenza di personale: questi i temi trattati da Orlando nel question time

Mercoledì 13 luglio 2016, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando è intervenuto al question time che si è svolto alla Camera dei Deputati. Tra le questioni sottoposte alla sua attenzione: le iniziative volte alla stabilizzazione del personale precario impegnato in progetti di formazione nel settore giudiziario e la situazione del personale del comparto della giustizia.

Stage formativi. L’on. Mottola interroga il Ministro della Giustizia per avere informazione in merito agli stage formativi presso le cancellerie degli uffici giudiziari. Il Ministro evidenzia come egli abbia cercato, fin dall’inizio del suo mandato, di organizzare staff di assistenza al magistrato. In particolare, per questi stage sono stati impegnati – all’esito di un percorso selettivo - lavoratori in mobilità o in stato di disoccupazione rispetto a lavori precedentemente svolti in altri settori. Orlando ritiene essa una realtà sociale da considerare e verso cui il Ministero della Giustizia ha riservato grande attenzione, prevedendo non una mera “proroga” di tirocini già svolti, così come in precedenza si era fatto, ma un vero e proprio percorso professionalizzante, con un riconoscimento finale. Infatti, lo svolgimento di questo tirocinio costituisce titolo preferenziale nell’ambito di tutte le procedure concorsuali indette dalla pubblica amministrazione. Si cercano quindi risposte che determinino la crescita di professionalità per una seria possibilità di reinserimento nel mondo lavorativo.

La carenza di personale amministrativo. Un’ulteriore interrogazione è quella proposta dall’onorevole Verini ed altri. Essi chiedono informazioni in virtù della grave carenza di personale amministrativo negli uffici giudiziari, chiedendo di riferire sullo stato di attuazione delle misure adottate dal Governo per fronteggiare tale criticità. Orlando sottolinea come il vero problema sul personale amministrativo non sia quello delle risorse finanziarie. La politica di razionalizzazione dei costi e di recupero delle risorse avviata, infatti, ha consentito di raggiungere – a fine 2015 – il risultato di destinare oltre 1.600 milioni di risorse aggiuntive ad interventi di carattere organizzativo di supporto agli uffici: fra gli altri, digitalizzazione, spese di funzionamento degli uffici giudiziari e, appunto, misure per il personale amministrativo. E proprio su quest’ultimo si sconta il peso di una più lunga stagione di stagnazione: invecchiamento del personale amministrativo e vistose carenze di organico – circa il 21%. Orlando ricorda come proprio in questa materia egli abbia cercato di far fronte alle situazioni di criticità, ricorrendo alla mobilità e avviando la prima vera possibilità di riqualificazione – a cui si è dato avvio il 1° luglio, ex art. 21-quater.
Oggi il quadro è ulteriormente mutato. Il processo di mobilità provinciale è destinato a chiudersi prima del previsto, avendo le regioni assorbito, in modo virtuoso, praticamente tutte le risorse in esubero. Questo porta a considerare la necessità di un intervento normativo che liberi le risorse destinate alla mobilità obbligatoria e non utilizzate a questo fine, per procedere comunque a reclutamenti con nuove assunzioni di personale.