POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 21 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

firma digitale | 09 Dicembre 2015

Disposizioni ufficiali per la firma digitale del documento classificato

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2015 entra in vigore una disciplina completa relativa alla firma digitale dei documenti classificati.

Verifica della firma digitale e validazione temporale dei documenti. In Gazzetta Ufficiale n. 284 del 5 dicembre scorso, è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2015, recante disposizioni inerenti alla firma digitale nei documenti classificati.
Il provvedimento chiarisce, all’art. 1, che per documento informatico classificato deve intendersi quel documento informatico, formato e gestito attraverso un sistema per l'elaborazione automatica dei dati, omologato dall'UCSE (ufficio centrale per la segretezza), ed al quale sia stata apposta una classifica di segretezza in conformità a quanto stabilito dalla normativa vigente in tema di protezione e tutela delle informazioni classificate.
Le disposizioni del decreto devono essere applicate a tutti i soggetti, pubblici e privati, in possesso delle necessarie e prescritte abilitazioni di sicurezza, per il trattamento di informazioni classificate.
La finalità del regolamento in esame è quella di disciplinare le modalità di generazione, apposizione e verifica delle firme digitali, oltre alla validazione temporale di documenti informatici classificati.
I documenti informatici, sottoscritti con firma digitale, devono contenere un riferimento temporale opponibile ai terzi, oltre a classifica di segretezza, qualifica di sicurezza ed altre informazioni, in ossequio a quanto previsto dalle norme in materia di protezione e tutela delle informazioni classificate.
L’art. 7 del decreto precisa la finalità della firma digitale, la quale assicura l'identificabilità dell'autore, oltre all'integrità ed all'immodificabilità del documento.
In considerazione di quanto sopra, la firma digitale dei documenti informatici deve riferirsi ad un solo soggetto ed al documento al quale è associata.