POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 31 marzo 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

burocrazia stradale | 07 Settembre 2015

Locazione senza conducente: sotto osservazione gli utilizzatori

di Stefano Manzelli

I conducenti dei veicoli a noleggio a lungo termine non sono esonerati dall’obbligo di annotazione alla motorizzazione dei propri dati ma possono delegare per queste formalità burocratiche le società di noleggio ed evitare di pagare i diritti di motorizzazione.

(Consiglio di Stato, sez. III - ter, sentenza n. 11006/15; depositata il 2 settembre)

(Consiglio di Stato, sez. III – ter, sentenza n. 11004/15; depositata il 2 settembre)

Lo ha chiarito il Tar Lazio, sez. III – ter, con le sentenze nn. 11004 e 11006 del 2 settembre 2015.
Disponibilità continuativa dei veicoli. Il riformulato art. 94/4-bis del codice stradale stabilisce che è obbligatorio effettuare una comunicazione tempestiva alla motorizzazione quando viene modificata la disponibilità continuativa dei veicoli. La conseguente modifica al regolamento stradale che ha innestato il nuovo articolo 247-bis., procede quindi ad individuare la casistica operativa che consente di identificare il soggetto responsabile della circolazione anche in caso di fusioni societarie, comodati e noleggi a lungo termine. Con l’emanazione della circolare del ministero dei trasporti n. 15513 del 10 luglio 2014 si è potuto dare il via libera definitivo alla novella, il 3 novembre scorso.
Nel caso del noleggio a lungo periodo però la circolare ha solo allargato il novero dei soggetti che possono effettuare l’annotazione alle imprese di noleggio. Fermo restando che l’art. 247-bis impone l’obbligo di registrazione anche in capo al locatario, ovvero all’utilizzatore del mezzo. Queste regole non sono piaciute però alle imprese di noleggio che hanno proposto ricorso al Tar ottenendo la sospensiva di una parte della circolare del 10 luglio 2014. Di conseguenza il Ministero dei Trasporti ha avvallato questa decisione facendola propria con la circolare del 9 marzo 2015. Con le due sentenze in esame i giudici amministrativi hanno in gran parte dichiarato cessata la materia del contendere. Salvo “cassare” l’obbligo di pagamento dei diritti di motorizzazione per ogni registrazione e ammettendo la possibilità di delegare le società di noleggio per le pratiche burocratiche.