POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 12 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

ordinamento penitenziario | 25 Giugno 2020

Boss anziano e malato: confermato il carcere

di Attilio Ievolella

Respinta la richiesta del suo legale di concedergli almeno la misura della detenzione domiciliare. Decisiva la relazione sanitaria che ne attesta le discrete condizioni generali di salute. Peraltro, l’uomo, che è collocato in una cella per disabili e adeguatamente assistito dal personale paramedico, ha anche rifiutato il piano terapeutico prospettatogli per affrontare una patologia tumorale.

(Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 19117/20; depositata il 24 giugno)

Confermato il carcere per il boss, nonostante l’età avanzata e la presenza di un tumore. Esclusa l’incompatibilità del suo stato di salute col regime detentivo, anche perché egli ha rifiutato l’intervento chirurgico...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.