POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 23 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

ordinamento penitenziario | 05 Dicembre 2019

Reati ostativi e permessi: inammissibile punire ulteriormente il detenuto per la mancata collaborazione

Giusto invece premiarlo se collabora

di Carmelo Minnella - Avvocato penalista

Va dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 4-bis, comma 1, ord. pen., nella parte in cui non prevede che, ai detenuti per i delitti di cui all’art. 416-bis c.p. per quelli commessi avvalendosi delle condizioni previste dallo stesso articolo ovvero al fine di agevolare l’attività delle associazioni in esso previste (ed in via conseguenziale di tutti gli altri delitti ivi contemplati nell’art. 4-bis diversi da quelli ex art. 416-bis c.p.), possano essere concessi permessi premio anche in assenza di collaborazione con la giustizia a norma dell’art. 58-ter del medesimo ord. pen., allorché siano stati acquisiti elementi tali da escludere, sia l’attualità di collegamenti con la criminalità organizzata, sia il pericolo del ripristino di tali collegamenti.  

(Corte Costituzionale, sentenza n. 253/19; depositata il 4 dicembre)

Così la Corte Costituzionale, sentenza n. 253/19; depositata il 4 dicembre. Sono state depositate le tanto attese motivazioni della pronuncia con la quale la Corte costituzionale ha dichiarato costituzionalmente illegittimo in parte qua l’art....

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.