POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 17 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

ordinamento penitenziario | 20 Giugno 2019

La “Spazzacorrotti” davanti alla Consulta

di La Redazione

La Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione ha sollevato d’ufficio la questione di legittimità costituzionale, in riferimento agli artt. 3 e 27 Cost., dell’art. 1, comma 6,lett. b), l. n. 3/2019 (c.d. Spazzacorrotti) nella parte in cui inserisce all’art. 4-bis, comma 1, l. n. 354/1975 il riferimento al delitto di peculato.

Con la notizia di decisione n. 15/2019, la Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione ha comunicato che durante l’udienza del 18 giugno è stata esaminata la questione relativa alla legittimità dell’ordine di esecuzione della pena – contenuta entro il limite di 4 anni di reclusione – relativa alla condanna per peculato commesso in data antecedente a quella di entrata in vigore della l. n. 3/2019 (31 gennaio 2019) ed in caso di decisione divenuta irrevocabile in data successiva a quella di vigenza della medesima legge. Gli Ermellini hanno dunque ritenuto di sollevare d’ufficio la questione di legittimità costituzionale, in riferimento agli artt. 3 e 27 Cost., dell’art. 1, comma 6,lett. b), l. n. 3/2019 (c.d. Spazzacorrotti) nella parte in cui inserisce all’art. 4-bis, comma 1, l. n. 354/1975 il riferimento al delitto di peculato.

 



Qui la notizia di decisione della Prima Sezione Penale della Cassazione n. 15/2019