POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 22 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

sostanze stupefacenti | 22 Maggio 2019

“La Storia Infinita” (in materia di stupefacenti)

di Claudio Bossi - Avvocato penalista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

In tema di sostanze stupefacenti, con particolare riguardo alle droghe leggere, il giudice dell’esecuzione, nel procedere alla rimodulazione della pena irrogata in sede di cognizione al fine di adeguarla agli originali limiti edittali ripristinati dall’intervento della Corte Costituzionale, non è vincolato a seguire un criterio rigido di calcolo di tipo puramente aritmetico e proporzionale e deve, invece, operare una nuova commisurazione della pena alla stregua dei criteri fissati negli artt. 132 e 133 c.p., valendosi dei penetranti poteri di accertamento e valutazione attribuiti dall’art. 666, commi 4 e 5, del codice di rito, e del cui esercizio deve dare adeguato conto nella motivazione del provvedimento.

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 22218/19; depositata il 21 maggio)

Così ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 22118/2019, depositata il 21 maggio, nella quale gli Ermellini si sono nuovamente pronunciati, nel solco dei principi indicati dalle Sezioni Unite, in materia di rideterminazione della...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.