POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 20 luglio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

diffamazione | 15 Maggio 2018

Diffamazione social: sì all’oscuramento della pagina Facebook

Confermato il provvedimento adottato nei confronti di una donna e di un uomo, accusati di avere offeso più persone con video e messaggi condivisi sui loro profili personali. Nessun paragone con la stampa, anche online: su social network e blog ognuno può esprimere il proprio pensiero, suscitando le reazioni dei frequentatori del mondo virtuale.  

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 21521/18; depositata il 15 maggio)

Meglio fare attenzione ai propri sfoghi online. Si rischia non solo di finire sotto processo, ma anche di vedere ‘cancellata’ la propria presenza sul web. Esemplare la valutazione compiuta dai Giudici del ‘Palazzaccio’, i...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.