POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 25 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

particolare tenuità del fatto | 13 Febbraio 2018

Non punibile l’automobilista sorpreso con un’arma nel portaoggetti

Il coltello – lungo ben 18 centimetri - era sistemato nel vano portaoggetti della vettura. I Giudici ritengono l’episodio non grave, anche perché ci si trova di fronte a un comportamento non abituale, di peso modesto e tenuto da soggetto incensurato. Applicabile quindi la causa di esclusione della punibilità prevista dall’art. 131-bis c.p..  

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 6974/18; depositata il 13 febbraio)

Se ne è andato a spasso in automobile – del cognato – senza sapere che nel vano portaoggetti era stato sistemato un piccolo accessorio, un coltellaccio lungo 18 centimetri. Lo ha scoperto solo in occasione di un controllo delle forze...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.