POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 16 agosto 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

delitti contro il patrimonio | 09 Febbraio 2018

L’uso della forza per abbassare il finestrino dell’auto integra il tentato furto aggravato

Il colpo non è riuscito, e ora l’uomo si ritrova condannato a otto mesi di reclusione e 260 euro di multa per tentato furto con l’aggravante della “violenza sulle cose”. A influire sulla pena anche il gesto da lui compiuto per facilitarsi l’ingresso nella vettura.  

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 6157/18; depositata l’8 febbraio)

Ha visto il finestrino non completamente chiuso di un’automobile in sosta. Ha provato a forzarlo, tirandolo giù, per poter entrare nel veicolo, e poi vedere di trovare qualcosa da portar via. Ma il colpo non è riuscito. Ora quel...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.