Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 22 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

amministrazione della giustizia | 12 Gennaio 2018

Il GUP deve valutare l’inutilità del dibattimento e non l’innocenza dell’imputato

di Serena Gentile - Avvocato penalista

Il Giudice dell’udienza preliminare nel pronunciare sentenza di non luogo a procedere, ex art. 425, comma 3, c.p.p. deve valutare, sotto il profilo processuale, se gli elementi acquisiti risultino insufficienti, contraddittori o comunque non idonei a sostenere l’accusa in giudizio, non potendo procedere a valutazioni di merito del materiale probatorio ed esprimere, quindi, un giudizio di colpevolezza dell’imputato ed essendogli inibito il proscioglimento in tutti i casi in cui le fonti di prova si prestino a soluzioni alternative e aperte o, comunque, ad essere diversamente rivalutate.

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 851/18; depositata l’11 gennaio)

Così la Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 851/18, depositata l’11 gennaio, coglie l’occasione per ribadire principi di fondamentale importanza in materia sul tema dell’udienza preliminare, con particolare riferimento...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.