POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 20 aprile 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

delitti contro il patrimonio | 11 Gennaio 2018

Il convivente scacciato di casa: cambiare la serratura della porta d'ingresso è reato?

di Paolo Grillo - Avvocato penalista

La commissione del reato di turbativa violenta del possesso di cose immobili non presuppone necessariamente che la disponibilità del bene immobile sia di esclusiva pertinenza della persona offesa, potendosi ravvisare il reato anche nei casi di compossesso.

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 610/18; depositata il 10 gennaio)

Così ha stabilito la Corte Suprema di Cassazione, Sezione Seconda Penale, con la sentenza n. 610 depositata il 10 gennaio 2018. Vai subito fuori da qui! L'imperativo categorico, accompagnato dall'indice  inesorabilmente puntato...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.