POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 24 febbraio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

edilizia pubblica | 06 Dicembre 2017

Povero e con una figlia piccola: punibile comunque l’occupazione dell’alloggio popolare

Respinta la tesi difensiva, secondo cui la condotta tenuta dal padre di famiglia era dovuta alla contingente situazione di difficoltà economica. Questo dato è ritenuto insufficiente per rendere “giustificabile” la scelta di prendere possesso abusivamente di un’abitazione, peraltro già regolarmente data in affitto dallo Iacp.

(Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza n. 54695/17; depositata il 5 dicembre)

  Situazione economica precaria e una bambina piccola – di appena 3 anni – a cui dare un tetto. Nonostante questi elementi, però, non si può ritenere comprensibile la scelta di un padre di occupare un alloggio popolare,...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.