POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 19 luglio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

giustizia penale | 05 Luglio 2017

Riforma Orlando: pubblicata in Gazzetta la legge 103/2017

È stata pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 154 del 4 luglio 2017 la Legge 23 giugno 2017, n. 103, Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario, c.d. Riforma Orlando. La legge entrerà in vigore il 3 agosto 2017, salvo diversa disposizione.

I contenuti principali del provvedimento – che si possono approfondire nello Speciale Riforma della giustizia penale – riguardano:
- l'introduzione della causa di estinzione del reato per condotte riparatorie;
- gli inasprimenti sanzionatori per alcuni reati contro il patrimonio nonché per il reato di scambio elettorale politico mafioso;
- la riforma della disciplina della prescrizione;
- la modiche della disciplina delle indagini preliminari e del procedimento di archiviazione;
- le modifiche in materia di riti speciali;
- la struttura e il contenuto della sentenza;
- la riforma del regime delle impugnazioni, in particolare il ricorso in Cassazione;
- le modifiche alla normativa di organizzazione dell’ufficio del pubblico ministero;
- l’ampliamento delle ipotesi normative di c.d. processo a distanza per imputati e testimoni.
La legge 103 inoltre delega il Governo ad adottare una serie di decreti legislativi nelle seguenti materie:
- modifica della disciplina del regime di procedibilità per taluni reati;
- modifica della disciplina delle misure di sicurezza personali;
- riordino di alcuni settori del codice penale;
- la revisione della disciplina del casellario giudiziale;
- riforma della disciplina in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni;
- riforma della disciplina in materia di giudizi di impugnazione;
- riforma dell’ordinamento penitenziario.
Il termine per l'adozione dei decreti legislativi è il 3 agosto 2018, ad eccezione della delega riforma della disciplina in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni, per la quale è previsto un termine di 3 mesi dall'entrata in vigore della legge (entro dunque il 3 novembre 2017.

(Fonte: www.ilpenalista.it)



Qui la legge 23 giugno 2017, n. 103; in G.U. del 4 luglio 2017, n. 154