Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 19 gennaio 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

sostanze stupefacenti | 11 Gennaio 2017

Consumatore abituale di grosse dosi di droga: vacilla l’accusa di spaccio

Uomo inchiodato da un controllo delle forze dell’ordine. Rinvenuto un corposo quantitativo di droga. A fronte delle sue peculiari caratteristiche di consumatore, però, non può essere l’esclusa l’ipotesi di un acquisto finalizzato all’esclusivo uso personale.

(Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 1081/17; depositata l’11 gennaio)

Consumatore abituale di droga, tanto da essere capace di assumerne anche dosi significative. Questa peculiare caratteristica fa vacillare l’accusa di spaccio nei confronti di un uomo, fermato mentre viaggiava verso il proprio paese e beccato...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.