POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 20 ottobre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PENALE e PROCESSO

intercettazioni | 29 Novembre 2016

Insindacabile in Cassazione l’interpretazione di intercettazioni

L’interpretazione del linguaggio adoperato dai soggetti intercettati, anche quando sia criptico o cifrato, costituisce questione di fatto, rimessa alla valutazione del giudice di merito, la quale se risulta logica in relazione alle massime di esperienza utilizzate, si sottrae al sindacato di legittimità.

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 50139/16; depositata il 28 novembre)

In questo senso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 50139 de 28 novembre 2016. Il caso. La Corte d’appello confermava la sentenza di condanna per i due imputati, riconosciuti colpevoli di due ipotesi di detenzione a fine di cessione...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.