POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 09 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

trasferimento fraudolento di valori | 23 Dicembre 2015

Il dolo specifico richiesto nel trasferimento fraudolento di valori

di Alessandro Ferretti - Professore di Diritto dei Beni Culturali

Lineamento essenziale della fattispecie criminosa è pertanto la consapevole determinazione, in qualsiasi forma realizzata, di una situazione di difformità tra titolarità formale, meramente apparente, e titolarità di fatto di un determinato compendio patrimoniale, qualificata dalla specifica finalizzazione fraudolenta normativamente descritta. 

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 50293/15; depositata il 22 dicembre)

Con la sentenza n. 50293/15 depositata il 22 dicembre, la Seconda sezione Penale della Corte di Cassazione si pronuncia in materia di trasferimento fraudolento di valori, ribadendo la giurisprudenza consolidata sul punto. In particolare, per i giudici...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.