POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 11 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

sciopero avvocati | 03 Settembre 2015

Avvocato aderisce all’astensione dalle udienze: nullità intermedia se il giudice non concede il rinvio

Se il difensore aderisce all’astensione dalla partecipazione alle udienze legittimamente proclamata dagli organismi rappresentativi della categoria e lo comunica nelle forme e nei termini previsti dalla legge, la mancata concessione da parte del giudice del rinvio della trattazione dell’udienza camerale determina una nullità per la mancata assistenza dell’imputato. Tale nullità ha natura assoluta se si tratta di udienza camerale a partecipazione necessaria del difensore; negli altri casi, invece, essa ha natura intermedia.

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 35820/15; depositata il 2 settembre)

Lo ha ribadito la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 35820/15, depositata il 2 settembre. Il caso. La corte d’appello territoriale confermava la sentenza di primo grado con la quale un uomo, era stato condannato alla pena ritenuta...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.