POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 18 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

spese processuali  | 26 Luglio 2013

Remissione del debito solo per i condannati

di Laura Piras - Avvocato

L’obbligazione relativa alle spese processuali nel procedimento penale deve essere considerata non come obbligazione civile, ma come vera e propria sanzione economica accessoria alla pena. Non possono assumere tale natura le spese processuali eventualmente poste a carico del terzo interessato nel procedimento di prevenzione, tenuto conto che tale procedimento non può mai comportare l’irrogazione di una pena, non essendo paragonabile ad essa né la misura di prevenzione personale, né quella patrimoniale alla cui applicazione tale procedimento è finalizzato.

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 32473/13; depositata il 25 luglio)

Ad affermarlo è la Corte di Cassazione, nella sentenza n. 32473 del 25 luglio 2013. Vecchia e nuova formulazione dell’art. 6, TU Spese di giustizia. Con ordinanza del Magistrato di Sorveglianza di Palermo veniva dichiarata inammissibile...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.