POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 08 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

risarcimento danni | 19 Gennaio 2021

Danno da macrolesioni: in arrivo la tabella nazionale unica

di La Redazione

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato una consultazione sullo schema di Regolamento recante la tabella unica nazionale per il risarcimento del danno da macrolesioni, ai sensi dell’art. 138 cod. ass. priv. (d.lgs. n. 209/2005).

Alla luce della nuova formulazione dell’art. 138 cod. ass. priv., che disciplina il risarcimento del danno non patrimoniale complessivamente inteso nella sua componente biologica e morale, è emersa la necessità di adottare la tabella unica nazionale per il risarcimento del danno c.d. da macrolesioni. Il comma 2 della norma prevede infatti la tabella unica «redatta, tenuto conto dei criteri di valutazione del danno non patrimoniale ritenuti congrui dalla consolidata giurisprudenza di legittimità».

 

È stato dunque messo a punto uno schema di d.P.R. che prevede due aree di intervento normativo e in particolare:

- la Tabella delle menomazioni all'integrità psicofisica comprese tra 10 e 100 punti di invalidità e le relative note introduttive sui criteri applicativi, il cui contenuto è stato aggiornato al 12 luglio 2018 dal Gruppo Tecnico istituito, presso il Ministero della salute, con decreto direttoriale 13 marzo 2018;

- la Tabella dei valori economici per macroinvalidità, il cui contenuto è stato definito dalle strutture tecniche del Ministero dello sviluppo economico con il supporto dell’Istituto di vigilanza IVASS.

 

Lo studio della nuova tabella unica si è basato sul sistema del punto variabile messo a punto dai Tribunali di merito per l’elaborazione di diverse tabelle, tra cui quella dell’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano che risulta maggiormente applicata. La stessa giurisprudenza di legittimità ha ritenuto valido il criterio milanese del punto variabile anche in via suppletiva alla tabella unica nazionale, avendo il pregio di evitare disparità territoriali di trattamento.
Al fine di adeguare tale criterio al quadro normativo attuale e ai più recenti orientamenti interpretativi della Corte di Cassazione (cfr. Cass. Civ. n. 25164/20; 23469/18; 20795/18; 7513/18; 901/18), lo studio svolto è intervenuto sui valori dei moltiplicatori giurisprudenziali al fine di garantire sia il rispetto del criterio della crescita più che proporzionale del valore del punto rispetto al crescere del grado di invalidità, sia il riconoscimento di propria autonomia al danno morale rispetto a quello biologico.