POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 16 luglio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

risarcimento danni | 13 Aprile 2018

Phishing: la banca deve rimborsare il correntista truffato

di Giuseppina Satta - Avvocato

I Giudici di legittimità – in coerenza col proprio precedente orientamento – hanno ribadito che qualora un correntista, vittima di una frode telematica, disconosca un’operazione di bonifico effettuata sul proprio conto corrente incombe sulla banca l’onere di provare non solo di avere adottato tutte le misure idonee a garantire la sicurezza del servizio, ma anche la riconducibilità dell’operazione al cliente.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza n. 9158/18; depositata il 12 aprile)

La Sesta Sezione civile della Suprema Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 9158/18, depositata il 12 aprile, torna ad occuparsi di una vicenda di frode online, c.d. phishing. Il caso. Il Tribunale di Palermo accoglieva la domanda formulata...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.