Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 24 agosto 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

risarcimento danni | 19 Maggio 2017

Liquidazione secondo equità pura anziché secondo le tabelle milanesi: per la Cassazione è no

di Renato Savoia - Avvocato

Nella liquidazione del danno non patrimoniale non è consentito, in mancanza di criteri stabiliti dalla legge, il ricorso ad una liquidazione equitativa pura, non fondata su criteri obiettivi, dovendosi ritenere preferibile per garantire l'adeguata valutazione del caso concreto e l'uniformità di giudizio a fronte di casi analoghi, l'adozione del criterio di liquidazione predisposto dal Tribunale di Milano.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 12470/17; depositata il 18 maggio)

Così la III sezione Civile nella sentenza n. 12470/17, depositata il 18 maggio. Il fatto. A seguito dell'incidente stradale in cui il marito riportava danni permanenti nella misura del 70%, e dopo che il Tribunale, nel giudizio risarcitorio...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.