Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 18 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

garanzia impropria | 03 Aprile 2015

Indispensabile l’appello incidentale condizionato per la riproposizione della domanda di manleva

di Paola Di Michele - Avvocato

Nell’ipotesi in cui un soggetto chiami in causa il proprio assicuratore al fine di essere manlevato per i danni conseguenti ad una eventuale condanna, qualora in sede di gravame l'appellato miri all'accoglimento della propria domanda nei confronti del chiamato in garanzia, per l'ipotesi in cui non venga accolta la domanda principale proposta nei suoi confronti dall'attore rimasto soccombente in primo grado, non è sufficiente la riproposizione, ex art. 346 c.p.c., della domanda non esaminata o respinta dal primo giudice, ma deve essere proposto appello incidentale condizionato, poiché la richiesta dell'appellato non mira alla conferma della sentenza per ragioni diverse da quelle poste a fondamento della decisione, ma tende alla riforma della pronuncia concernente un rapporto diverso, non dedotto in giudizio con l'appello principale.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 6782/15; depositata il 2 aprile)

  La sez. II Civile della Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 6782, depositata il 2 aprile 2015, si è occupata di responsabilità professionale dell’avvocato per intervenuta prescrizione del diritto del proprio assistito....

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.