POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 18 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
SOCIETÀ e FALLIMENTO

procedure concorsuali | 16 Gennaio 2020

Concordato in continuità, liquidatorio o misto: come distinguerli e quale disciplina è applicabile

di Gianluca Tarantino - Avvocato e dottore di ricerca in diritto dell'economia

Il concordato preventivo in cui alla liquidazione atomistica di una parte dei beni dell’impresa si accompagni una componente di qualsiasi consistenza di prosecuzione dell’attività aziendale rimane regolato nella sua interezza, salvo i casi di abuso, dalla disciplina speciale prevista dall’art. 186-bis l. fall., che al primo comma espressamente contempla anche una simile ipotesi tra quelle comprese nel suo ambito; tale norma, peraltro, non prevede alcun giudizio di prevalenza tra le porzioni di beni a cui sia stato assegnato una diversa destinazione, ma una valutazione di idoneità dei beni sottratti alla liquidazione ad essere organizzati in funzione della continuazione, totale o parziale, delle pregressa attività di impresa ed assicurare, attraverso una simile organizzazione, il miglior soddisfacimento dei creditori.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 734/20; depositata il 15 gennaio)

Con la pronuncia del 15 gennaio 2020, n. 734, il S.C. interviene sulla disciplina applicabile al concordato preventivo, qualora l’istituto in questione presenti elementi volti alla liquidazione del patrimonio dell’imprenditore ma preveda...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.