POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 16 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
SOCIETÀ e FALLIMENTO

procedure concorsuali | 13 Novembre 2019

L’affidamento di contratti pubblici in caso di crisi d’impresa e di insolvenza sotto la lente di Assonime

di La Redazione

Assonime, con la circolare n. 22 diramata l’11 novembre, ha illustrato le modifiche introdotte dal codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e dal decreto sblocca-cantieri, alle disposizioni del codice dei contratti pubblici, che regolano gli effetti delle procedure concorsuali sulle procedure di affidamento di contratti pubblici.

Assonime, con la circolare n. 22 diramata l’11 novembre, ha illustrato le modifiche introdotte dal codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e dal decreto sblocca-cantieri, alle disposizioni del codice dei contratti pubblici, che regolano gli effetti delle procedure concorsuali sulle procedure di affidamento di contratti pubblici.

 

Nel dettaglio. Le nuove norme, precisano dall’associazione, attraverso un percorso alquanto articolato, realizzano un coordinamento tra la disciplina amministrativa e quella concorsuale, e contribuiscono a delineare un quadro coerente dei presupposti e delle condizioni in presenza dei quali le imprese in crisi o insolventi possono partecipare a nuove gare o proseguire contratti già stipulati con la pubblica amministrazione.
Con il provvedimento, Assonime si è prevalentemente soffermata sui seguenti aspetti della disciplina:
- l’evoluzione della disciplina sulle procedure di affidamento di contratti pubblici in caso di crisi d’impresa e d’insolvenza;
- le novità introdotte dal codice della crisi e dal decreto sblocca-cantieri;
- il coordinamento tra la disciplina amministrativa degli affidamenti pubblici e la disciplina delle procedure concorsuali.

 

(Fonte: ilfallimentarista.it)