Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 18 novembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
SOCIETÀ e FALLIMENTO

procedure concorsuali | 03 Novembre 2017

Il credito dello studio associato gode di privilegio?

di Vincenzo Papagni

La pronuncia in commento affronta il tema dell’estensione del privilegio ai crediti per le prestazioni d’opera intellettuale, di cui all’art. 2751-bis c.c., rese dalle associazioni professionali. Nello specifico occorre stabilire se nel giudizio di opposizione allo stato passivo di un’amministrazione straordinaria, il credito derivante dalla stipula di un contratto d’opera da parte di uno studio associato, goda, o meno, della natura privilegiata. 

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 26067/17; depositata il 2 novembre)

E, i Giudici della I sezione Civile di Piazza Cavour, con l’ordinanza n. 26067/17, depositata il 2 novembre, precisano che il fatto che il contratto d’opera sia stato stipulato dall’associazione professionale cui il prestatore appartiene...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.