Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 22 ottobre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
SOCIETÀ e FALLIMENTO

fallimento | 29 Giugno 2017

Chiede il fallimento del debitore, ma poi ci ripensa. Ormai è troppo tardi

In tema di dichiarazione di fallimento, la desistenza dal ricorso da parte del creditore istante prevenuta in fase di reclamo, non può comportare la revoca della sentenza di fallimento.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 16180/17; depositata il 28 giugno)

E’ il principio affermato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 16180/17 depositata il 28 giugno. Il caso. La Corte d’appello di Ancona revocava la dichiarazione di fallimento di una s.r.l. su reclamo della medesima ritenendo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.