Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 27 giugno 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
SOCIETÀ e FALLIMENTO

fallimento | 14 Giugno 2017

Insinuazione al passivo fallimentare: per l’Erario è sufficiente l’estratto di ruolo

di Gianluca Tarantino - Avvocato e dottore di ricerca in diritto dell'economia

La domanda di ammissione al passivo di un fallimento avente ad oggetto un credito di natura tributaria, presentata dall'Amministrazione finanziaria, non presuppone necessariamente, ai fini del buon esito della stessa, la precedente iscrizione a ruolo del credito azionato, la notifica della cartella di pagamento e l'allegazione all'istanza della documentazione comprovante l'avvenuto espletamento delle dette incombenze, potendo viceversa essere basata anche su titolo di diverso tenore.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 14693/17; depositata il 13 giugno)

Con l’ordinanza n. 14693 del 13 giugno 2017, in accoglimento di un ricorso promossa da Equitalia in sede di insinuazione fallimentare, il S.C. precisa che in presenza di un credito tributario, l’estratto conto del ruolo costituisce titolo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.