Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 24 agosto 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
SOCIETÀ e FALLIMENTO

fallimento | 11 Aprile 2017

Concordato preventivo e fallimento: le Sezioni Unite chiariscono il rapporto tra le due procedure

La sopravvenuta dichiarazione di fallimento rende inammissibili le impugnazioni autonomamente proponibili nei confronti del diniego di omologazione del concordato preventivo e improcedibile il separato giudizio di omologazione in corso, in quanto l’eventuale reclamo ex art. 18 l. fall. assorbirebbe l’intera controversia relativa alla crisi dell’impresa, mentre il giudicato sul fallimento preclude in ogni caso il concordato.

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza n. 9146/17; depositata il 10 aprile)

Lo hanno affermato le Sezioni Unite della Corte di Cassazione con la sentenza n. 9146/17 depositata il 10 aprile. Il caso. Una s.r.l. ricorreva per la cassazione del decreto con cui la Corte d’appello di Genova rigettava la domanda di omologazione...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.