POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 18 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
SOCIETÀ e FALLIMENTO

espropriazione forzata | 04 Maggio 2016

Pubblicato in G.U. il “d.l. banche”

Il d.l. n. 59/2016 recante «Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche in liquidazione» è stato pubblicato sulla G.U. n. 102 del 3 maggio 2016. In materia di espropriazione forzata, il “d.l. banche” rende obbligatorio il deposito del rapporto riepilogativo iniziale e periodico.

Registro delle procedure concorsuali. Entrano dunque oggi in vigore le modifiche apportate alla legge fallimentare, tra le quali l’istituzione del Registro delle procedure di espropriazione forzata immobiliari, delle procedure di insolvenza e degli strumenti di gestione della crisi, presso il quale saranno pubblicati i documenti relativi alle procedure concorsuali e agli accordi di ristrutturazione dei debiti di cui all’art. 182-bis l. fall.. Ai fini del recupero o della cessione dei crediti, il curatore, il commissario e il liquidatore giudiziale possono accedere ai dati relativi ai soggetti nei cui confronti la procedura ha ragioni di credito, anche in mancanza di titolo esecutivo nei loro confronti, previa autorizzazione del giudice del procedimento.

Costituzione telematica del comitato dei creditori. Viene inoltre introdotta la possibilità di ricorrere alle procedure telematiche per la costituzione del comitato dei creditori, che si considera costituito con l’accettazione della nomina da parte dei suoi componenti, senza necessità di convocazione dinanzi al curatore. Anche l’udienza potrà svolgersi in via telematica, in relazione al numero dei creditori e alla entità del passivo con modalità idonee a salvaguardare il contraddittorio e l'effettiva partecipazione dei creditori.

Espropriazione forzata: rapporto riepilogativo obbligatorio. Tra le novità più importanti, l’art. 4 rubricato «disposizioni in materia di espropriazione forzata» introduce al, comma 2, alcune modifiche all’art. 16-bis d.l. n. 179/2012 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali).
In particolare, al comma 9-sexies si aggiunge che il professionista delegato ex art. 591-bis c.p.c. (Delega delle operazioni di vendita) deve depositare un rapporto riepilogativo iniziale delle attività svolte entro dieci giorni dalla pronuncia dell’ordinanza di vendita. A decorrere dal deposito di tale rapporto, lo stesso deve depositare, con cadenza semestrale, un rapporto riepilogativo periodico delle attività svolte.
Al comma 9-septies, primo periodo, invece si sostituiscono le parole «il rapporto riepilogativo finale previsto per i procedimenti di esecuzione forzata» con le parole «i rapporti riepilogativi previsti per i procedimenti di esecuzione forzata».

Indennizzi agli investitori. Il d.l. n. 59/2016 prevede inoltre disposizioni relative agli indennizzi ai risparmiatori che avevano acquistato obbligazioni delle quattro banche coinvolte nel c.d. salva-banche. Coloro che avevano provveduto all’acquisto entro il 12 giugno 2014 possono richiedere al Fondo di solidarietà costituito dal Governo l’erogazione di un indennizzo forfettario previo accertamento di alcune condizioni patrimoniali. L’istanza dovrà essere presentata entro quattro mesi dall’entrata in vigore del decreto.



Qui il d.l. n. 59/2016, pubblicato in G.U. del 3 maggio 2016, n. 102