POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 20 maggio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
SOCIETÀ e FALLIMENTO

marcatura CE | 07 Giugno 2012

La società ha avuto problemi con i macchinari? Colpa del certificatore disattento

  Con l’attività di certificazione di qualità (marcatura CE), un soggetto verificatore esterno all’impresa e autorizzato fornisce attestazione scritta che un prodotto o un processo produttivo risulti conforme ai requisiti specificati da norme tecniche, garantendone perciò la validità nel tempo. Qualora l’ente certificato domandi l’inadempimento desumendolo dalla non conformità dei prodotti, comprovata da controlli istituzionali ad hoc, l’onere probatorio della bontà dell’attestazione grava sul certificatore.

(Tribunale di Piacenza, sentenza n. 297/12; depositata il 3 maggio)

  Un collage di prodotti di origine diversa. Una s.r.l., con sede legale a Rescaldina, impiegata nell’attività di costruzione e di vendita di presse meccaniche, esponeva di aver ottenuto nel 1994 una certificazione obbligatoria...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.