POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 28 febbraio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

Lavoro subordinato | 04 Gennaio 2021

Legge di Bilancio 2021: le principali novità in materia di lavoro

di La Redazione

Ottenuta l'approvazione definitiva del Senato, la Legge di Bilancio 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Il testo contiene, tra le misure più significative inserite sin dalla prima versione, l'estensione dei trattamenti di integrazione salariale per una durata massima di ulteriori dodici settimane, la proroga del divieto di licenziamento per motivi economici al 31 marzo 2021 e la proroga dell'APE sociale al 31 dicembre 2021.

La tabella che segue riassume le novità più significative in materia di lavoro.

 

Novità

Descrizione

Art. 1

Esonero contributivo per lavoratori autonomi e professionisti

Istituito il Fondo, con dotazione finanziaria di € 1.000.000.000 per il 2021, destinato a finanziare l'esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali (ad esclusione dei premi dovuti all'INAIL) dovuti da:

- lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell'INPS e dai professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza che abbiano percepito nell'anno d'imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a € 50.000,00 e abbiano subito un calo di fatturato o dei corrispettivi nell'anno 2020 rispetto all'anno 2019 non inferiore al 33%;

- medici, infermieri e altri professionisti ed operatori sanitari assunti per l'emergenza Covid-19 e già in quiescenza

c. 20-22

Conciliazione vita-lavoro

Sono introdotte alcune misure di conciliazione vita-lavoro finalizzate, tra l'altro, a:

- favorire il rientro al lavoro delle madri lavoratrici dopo il parto;

- estendere il congedo di paternità obbligatorio e facoltativo ai casi di morte perinatale;

- fornire assistenza psicologica ai genitori che hanno subito la perdita di un figlio, nonché agli autori di reati contro le donne.

È inoltre elevata da 7 a 10 giorni la durata, per il 2021, del congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente

c. 23-28

c. 363

Giornalisti

Sono introdotte alcune misure a tutela del lavoro giornalistico.

ra le principali novità è previsto che per le assunzioni decorrenti dal 1° gennaio 2021 si dispone che le norme che prevedono incentivi diretti alla salvaguardia o all'incremento dell'occupazione, riconosciuti in favore dei datori di lavoro per la generalità dei settori economici, si applichino anche ai dipendenti iscritti alla gestione sostitutiva dell'INPGI con riferimento alla contribuzione per essi dovuta

c. 29-32

Sospensione dei versamenti federazioni sportive

Sono sospesi, dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021, i termini di versamento di contributi e ritenute alla fonte, IVA e imposte sui redditi, per le federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell'ambito di competizioni in corso di svolgimento.

I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in una unica soluzione entro il 30 maggio 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 24 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 30 maggio 2021. I versamenti relativi ai mesi di dicembre 2021 e 2022 devono essere effettuati entro il giorno 16 di detti mesi

c. 36-37

Rientro dei cervelli

Possono usufruire dell'allungamento temporale del regime agevolato dei c.d."lavoratori impatriati" anche i soggetti che hanno trasferito la residenza in Italia prima dell'anno 2020 e che, alla data del 31 dicembre 2019, risultano beneficiari del regime di favore ordinario previsto per i c.d. "lavoratori impatriati"

c. 50

Esclusioni dalla "decontribuzione Sud"

Sono esclusi dall'esonero contributivo previsto per le aree caratterizzate da grave disagio socio-economico dovuto all'epidemia da COVID-19 alcuni soggetti, tra i quali gli enti pubblici economici, gli IACP e gli enti ecclesiastici. I relativi risparmi sono destinati a sostegno delle attività economiche dirette a contrastare fenomeni di deindustrializzazione in determinati territori non ricompresi nell'ambito di applicazione del predetto esonero

c. 161-165

Resto al Sud

Estesa la platea dei beneficiari dell'agevolazione per i giovani imprenditori, con l'elevazione dell'età massima da 45 a 55 anni

c. 170

Nuove attività economiche nelle Zone economiche speciali (ZES)

È estesa alle imprese che intraprendono una nuova iniziativa economica nelle Zone economiche speciali (ZES), la riduzione dell'imposta sul reddito derivante dallo svolgimento dell'attività nella ZES in misura pari al 50%, a decorrere dal periodo d'imposta nel corso del quale è stata intrapresa la nuova attività e per i 6 periodi d'imposta successivi

c. 173-176

Recupero aziende in crisi

Sono previste misure di rafforzamento degli strumenti di sostegno al recupero di aziende in crisi da parte dei lavoratori.

È inoltre previsto che possano essere concessi finanziamenti in favore di piccole imprese in forma di società cooperativa costituite da lavoratori provenienti da aziende i cui titolari intendano trasferire le stesse, in cessione o affitto, ai lavoratori medesimi

c. 260

c. 270-273

Mutui agevolati concessi da Invitalia

I termini di restituzione dei mutui agevolati concessi da Invitalia vengono allungati di 84 mesi, anche se è stata già disposta la risoluzione del contratto, purché non siano state avviate procedure di contenzioso

c. 274

Sostegno della parità salariale di genere

È istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali il Fondo per il sostegno della parità salariale di genere

c. 276-277

CIG in deroga per crisi aziendali

È riconosciuta per l'anno 2021 alle regioni e alle province autonome di Trento e di Bolzano la possibilità di concedere ulteriori periodi di trattamento di integrazione salariale in deroga – per un periodo massimo di 12 mesi, anche non continuativi - per il completamento dei piani di nuova industrializzazione, di recupero o di tenuta occupazionale relativi a crisi aziendali incardinate presso le unità di crisi del MISE

c. 286

Lavoratori delle aree di crisi industriale complessa

Stanziati € 10.000.000 per il 2021 per assicurare la prosecuzione degli interventi di CIGS e di mobilità in deroga nelle aree di crisi industriale complessa individuate dalle Regioni per il 2020 e non autorizzate per mancanza di copertura finanziaria

c. 290

Apprendistato scuola-lavoro

Aumentate da € 50.000.000 a € 55.000.000 le risorse destinate ai percorsi formativi di apprendistato e di alternanza scuola-lavoro per il 2021. Confermato lo stanziamento di € 50.000.000 per il 2022

c. 297

Lavoratori della pesca

È riconosciuto un trattamento di sostegno al reddito in favore dei lavoratori adibiti alla pesca che hanno subito una sospensione o riduzione dell'attività lavorativa, o una riduzione del reddito, a causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. La misura è riconosciuta per una durata massima di 90 giorni nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 ed il 30 giugno 2021

c. 315-319

Isopensione

Estesa sino al 2023 la possibilità (attualmente prevista in via sperimentale fino al 2020) per i lavoratori interessati da eccedenze di personale di accedere al pensionamento anticipato (c.d. isopensione) qualora raggiungano i requisiti minimi per il pensionamento nei 7 anni successivi alla cessazione del rapporto di lavoro

c. 345

Pensioni

Nona salvaguardia per i lavoratori che maturano i requisiti per il pensionamento successivamente al 31 dicembre 2011

c. 346-348

Contratto di espansione

È prevista la proroga al 2021 delle disposizioni relative al contratto di espansione, che viene esteso alle aziende di qualsiasi settore che occupino almeno 500 unità (250 ai fini dell'anticipazione della pensione)

c. 349

Lavoratori esposti all'amianto

Dal 1° gennaio 2021 l'INAIL, attraverso il Fondo vittime amianto eroga una prestazione aggiuntiva, nella misura percentuale del 15% della rendita già in godimento, ai soggetti che abbiano contratto patologia asbesto correlata riconosciuta dall'Istituto e dal soppresso Istituto di Previdenza del Settore Marittimo e in caso di premorte agli eredi

c. 356-359

Indennità di continuità reddituale

È istituita in via sperimentale, per il triennio 2021-2023, l'indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO), riconosciuta per 6 mensilità in favore dei soggetti iscritti alla Gestione separata INPS che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo diverse dall'esercizio di imprese commerciali, compreso l'esercizio in forma associata di arti e professioni

c. 386-400

Indennità personale sanitario

È riconosciuta nell'ambito della contrattazione collettiva nazionale del triennio 2019-2021, ai dipendenti delle aziende ed enti del SSN appartenenti alle professioni sanitarie, un'indennità di tutela del malato e promozione della salute, da riconoscere con decorrenza dal 1° gennaio 2021 quale parte del trattamento economico fondamentale

c. 414-415

 

(Fonte: mementopiu.it)