POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 31 marzo 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 18 Febbraio 2020

Non si applica il limite del quinto alla cessione del credito da TFR

di Roberto Dulio - Avvocato giuslavorista, Senior partner dello Studio legale Associato B.B.D.

Ai sensi dell’art. 52, comma 2, d.P.R. n. 180/1950 (modificato dal d.l. n. 35/2005), alla cessione del trattamento di fine rapporto dei lavoratori pubblici e privati non si applica il limite del quinto. Da ciò consegue che la regola posta dall'art. 1260 c.c. in merito alla libera cedibilità dei crediti, salvo che si tratti di crediti di carattere strettamente personale o il loro trasferimento sia vietato dalla legge ovvero escluso dalla volontà delle parti, deve ritenersi pienamente applicabile alla cessione del credito per trattamento di fine rapporto, non sussistendo nell'ordinamento un esplicito divieto legale in ordine a tale cessione e non essendo il credito del lavoratore in ordine a tale indennità un credito avente natura strettamente personale.

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 3913/20; depositata il 17 febbraio)

Principio affermato dalla Corte di Cassazione sezione lavoro con la sentenza n. 3913, pubblicata il 17 febbraio 2020.   La vicenda decisa: azione di accertamento dell’obbligo del terzo promossa nei confronti del terzo, datore di...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.