POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 26 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 10 Febbraio 2020

Proroga dell’opzione donna: indicazioni operative

di La Redazione

L’INPS fornisce alcune indicazioni operative per accedere al trattamento pensionistico anticipato “opzione donna”, recentemente prorogato dalla Legge di Bilancio 2020 (circolare INPS del 7 febbraio 2020 n. 18).  

La Legge di Bilancio 2020 ha prorogato la possibilità di accedere il trattamento pensionistico anticipato dell’opzione donna (art. 1, comma 476, l. n. 160/2019): a decorrere dal 1° gennaio 2020 possono accedere al pensionamento anticipato le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2019, hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e un’età almeno pari a 58 anni se dipendenti e 59 anni se autonome.
Al requisito anagrafico non si applicano gli adeguamenti alla speranza di vita (art. 12 d.l. n.  78/2010 conv. in l. n. 122/2010).
Ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico si applica il regime delle decorrenze (c.d. "finestre mobili"), vale a dire il periodo che deve intercorrere tra la maturazione dei requisiti e l'effettiva decorrenza della pensione: 12 mesi per le dipendenti e 18 mesi per le autonome.
Le lavoratrici del comparto scuola e AFAM, se ricorrono i requisiti richiesti, possono conseguire il trattamento pensionistico rispettivamente a decorrere dal 1° settembre 2020 e dal 1° novembre 2020.
La decorrenza del trattamento pensionistico non può essere anteriore al 2 gennaio 2020.

(Fonte: mementopiu.it)

 



Qui la circolare INPS del 7 febbraio 2020, n. 18