POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 22 ottobre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

whistleblowing | 08 Febbraio 2018

Whistleblowing: da oggi è operativa l'app per i dipendenti pubblici

L’Autorità Nazionale Anticorruzione, attraverso un comunicato stampa pubblicato lo scorso 6 febbraio, ha reso noto che a partire da oggi è operativa l’applicazione informatica "Whistleblower", utile per acquisire e gestire in modo anonimo le segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti.  

Con un comunicato stampa del 6 febbraio 2018 l’ANAC ha reso noto che a partire da oggi è operativa l’applicazione informatica "Whistleblower", utile per acquisire e gestire le segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti, definiti ad opera dell’art. 54-bis del d.lgs. n. 165/2001.

Un’app per le segnalazioni. L’applicazione, progettata nel rispetto delle garanzie di riservatezza, consente al lavoratore pubblico di effettuare le segnalazioni (Whistleblowing) in modo impersonale, grazie all’utilizzo di un codice identificativo univoco generato dal sistema che permette un dialogo spersonalizzato con l’ANAC.
L’Autorità ha consigliato, per coloro che abbiano effettuato segnalazioni a partire dall’entrata in vigore della l. n. 179/2017 tramite ogni altro canale (telefono, posta elettronica, certificata e non, protocollo generale), di provvedere ad inviarle nuovamente facendo uso della piattaforma informatica.

(Fonte: ilgiusvalorista.it)