Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 22 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

previdenza | 12 Gennaio 2018

L’azienda fallisce? Nessuna ripercussione sui rapporti di lavoro

di Maura Corrado - praticante avvocato e giornalista pubblicista

La dichiarazione di fallimento non influisce sui rapporti di lavoro pendenti alla data della stessa e non può costituire giusta causa di risoluzione del contratto. Il rapporto di lavoro resta, infatti, sospeso in attesa che il curatore decida di proseguire nel rapporto medesimo e di sciogliersi da esso.

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 522/18; depositata l’11 gennaio)

A stabilirlo è la Suprema Corte di Cassazione nella sentenza n. 522/18, depositata l’11 gennaio. Il fatto. La Corte d’Appello di Napoli ammetteva un uomo al passivo del fallimento di una spa, affermando che quest’ultimo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.