Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 17 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

previdenza forense | 13 Dicembre 2017

Avvocato, se vai in pensione, ti cancelli

di Martina Tonetti - Avvocato

La cancellazione dall’albo degli avvocati (e dei procuratori) concorre ad integrare la fattispecie costitutiva del diritto alla pensione di anzianità, unitamente alla prevista anzianità di iscrizione e contribuzione alla Cassa di Previdenza e Assistenza Forense. Ciò in analogia alla cessazione dell’attività lavorativa prevista per la pensione dei lavoratori dipendenti.

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 29780/17; depositata il 12 dicembre)

Così ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 29780/2017, depositata il 12 dicembre. La pensione di anzianità per gli avvocati. Un avvocato ricorreva avanti il giudice del lavoro per ottenere da Cassa Forense il riconoscimento...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.