Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 22 novembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

previdenza | 16 Ottobre 2017

Gestione separata: prestazioni di malattia e degenza ospedaliera

Con la circolare n. 139 del 12 ottobre 2017, l'INPS ha rilasciato indicazioni operative e linee di indirizzo in materia di prestazioni previdenziali di malattia e di degenza ospedaliera ai lavoratori della Gestione separata.

Ai lavoratori iscritti alla Gestione separata (di cui all’art. 2 comma 26 della L. n. 335/1995) ed in possesso di specifici requisiti, è stata riconosciuta un’apposita tutela previdenziale che contempla due diversi tipi di prestazioni in caso di eventi di malattia: indennità di degenza ospedaliera (Circolare INPS n. 147/2001); indennità di malattia (Circolare INPS n. 76/2007).

Gestione separata. La suddetta tutela è stata, nel tempo, oggetto di evoluzioni interpretative e normative che hanno portato ad estendere la platea dei soggetti interessati, fino a comprendere tutti i lavoratori iscritti nella Gestione separata e tenuti a versare un'aliquota contributiva piena (non iscritti, pertanto, presso altre forme pensionistiche obbligatorie e non titolari di pensioni – Circolare n. 77/2013).
Recentemente, è intervenuta un’ulteriore modifica legislativa, a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 8, comma 10, della l. n. 81/17, che ha disposto, per i lavoratori in argomento, che "i periodi di malattia, certificata come conseguente a trattamenti terapeutici di malattie oncologiche, o di gravi patologie cronico-degenerative ingravescenti o che comunque comportino una inabilità lavorativa temporanea del 100 per cento", vengano equiparati alla degenza ospedaliera.

Indicazioni operative. Ciò premesso, l'INPS, con la circolare n. 139 del 12 ottobre 2017, ha ritenuto necessario fornire a tutti i soggetti interessati alcune indicazioni operative e linee di indirizzo, per consentire l’attuazione della norma, nel rispetto dei principi generali previsti dall’ordinamento italiano nell’ambito della tutela previdenziale della malattia e sulla base dell’espressione letterale della disposizione legislativa sopracitata.
L'Atto istituzionale oggetto del presente articolo individua le patologie oggetto della norma e gli adempimenti del lavoratore, concludendo con la precisazione che, con successivo Messaggio, verranno fornite istruzioni amministrative e procedurali di dettaglio per gli operatori delle Strutture territoriali.

(Fonte: www.lavoropiu.info)



Qui la circolare dell'INPS del 12 ottobre 2017, n. 139