POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 19 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

pensioni | 19 Giugno 2017

Lavoratori precoci: ecco il decreto attuativo e le istruzioni applicative

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il d.P.C.M. n. 87/2017, attuativo delle disposizioni dell’ultima Legge di Bilancio relative alla riduzione del requisito contributivo di accesso al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci. È stata diffusa contestualmente dall’INPS la circolare n. 99/2017, che disciplina l’applicazione del beneficio.

Lavoratori precoci. Il decreto, quindi, dispone che il requisito contributivo è ridotto a 41 anni, raggiungibile anche attraverso il cumulo di periodi assicurativi non coincidenti, descrivendo chi sono i soggetti beneficiari, come presentare la domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio – e la relativa documentazione da allegare – nonché le modalità di presentazione della domanda di pensione.
Contestualmente, l’INPS ha diffuso la circolare n. 99/2017, che fornisce le istruzioni per l’applicazione del beneficio:
- Ambito di applicazione: requisito contributivo e requisiti soggettivi
- Incumulabilità con redditi da lavoro
- Incompatibilità con altre maggiorazioni contributive
- Adeguamento alla speranza di vita
- Domanda e monitoraggio del beneficio: termini e modalità di presentazione della domanda di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio, documentazione da allegare alla domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio, istruttoria della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio- scambio dati con altri enti – richiesta verifiche ispettive, criteri di monitoraggio e salvaguardia, comunicazioni dell’INPS all’esito dell’istruttoria della domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio di riduzione del requisito pensionistico, domanda di pensione.
- Modalità di trasmissione delle domande
- Termini di pagamento delle indennità di fine servizio.

(Fonte: www.lavoropiu.info)

 



Qui il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 maggio 2017, n. 87; in G.U. del 16 giugno 2017, n. 138

Qui la circolare INPS del 16 giugno 2017, n. 99