POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 11 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

contratto a progetto | 20 Aprile 2016

Quando basta un atto scritto e un accordo chiaro la subordinazione è fuori discussione

di Maura Corrado - praticante avvocato e giornalista pubblicista

Il contratto di lavoro a progetto, disciplinato dall’art. 61, d.lgs. n. 276/2003, prevede una forma particolare di lavoro autonomo, caratterizzato da un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, prevalentemente personale, riconducibile ad uno o più progetti specifici, funzionalmente collegati al raggiungimento di un risultato finale e determinati dal committente, ma gestiti dal collaboratore senza soggezione al potere direttivo altrui e, quindi, senza vincolo di subordinazione. Tale contratto deve essere stipulato in forma scritta e, a fini probatori, deve indicare una serie di elementi fondamentali, tra cui la durata, il programma di lavoro individuato nel suo contenuto caratterizzante, il corrispettivo, le forme di coordinamento tra collaboratore e committente, ecc…

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 7715/16; depositata il 19 aprile)

Lo afferma la Corte di Cassazione nella sentenza n. 7716/16, depositata il 19 aprile. La fattispecie. Un uomo ricorre in Cassazione avverso la sentenza della Corte d’Appello di Napoli che aveva rigettato la sua domanda, finalizzata al riconoscimento...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.