POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 10 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

contributi previdenziali e assicurativi | 02 Marzo 2016

Amianto, opzione donna e pensioni anticipate: le istruzioni dell’INPS

La Circolare INPS n. 45/2016 diffonde le indicazioni utili all’applicazione delle disposizioni della legge di Stabilità per il 2016 in materia di benefici previdenziali per i lavoratori esposti all’amianto, regime sperimentale donna e penalizzazioni pensioni anticipate.

Applicazione disposizioni Stabilità 2016. La Circolare INPS n. 45/2016 diffonde le indicazioni utili all’applicazione delle disposizioni della legge di Stabilità per il 2016 in materia di:

Benefici previdenziali per i lavoratori esposti all’amianto. Il comma 279 della Stabilità ha prorogato al 31 dicembre 2016 il termine ultimo per la presentazione all’Istituto previdenziale della domanda di riconoscimento dei benefici previdenziali previsti dalla normativa vigente per l’esposizione all’amianto, da parte degli assicurati INPS e INAIL collocati in mobilità dall’azienda per cessazione dall’attività lavorativa.

Regime sperimentale donna. Il successivo comma 281 ha esteso alle lavoratrici che abbiano maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2015, ma decorrenza del trattamento successiva a tale data, la cd. “opzione donna” che permette alle lavoratrici l’accesso al trattamento pensionistico anticipato in presenza dei prescritti requisiti contributivi ed anagrafici, qualora optino per il sistema di calcolo contributivo.

Penalizzazioni pensioni anticipate. Il comma 299, in materia di riduzione percentuale della quota retributiva della pensione anticipata prevista per i soggetti che accedono a pensione con età inferiore a 62 anni, esclude le penalizzazioni anche per i trattamenti pensionistici decorrenti negli anni 2012, 2013 e 2014, con riferimento ai ratei di pensione corrisposti a decorrere dal 1° gennaio 2016.

(Fonte: www.lavoropiu.info)

 

 



Qui la Circolare INPS del 29 febbraio 2016, n. 45