Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 23 novembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
LAVORO

previdenza sociale | 13 Febbraio 2015

Cieco, ma ricco: sospesa la pensione di invalidità

di Martina Tonetti - Avvocato

La pensione non reversibile per i ciechi civili (assoluti o parziali), di cui agli artt. 7 e 8 l. n. 66/1962, è erogata a condizione della permanenza in capo al beneficiario dello stato di bisogno economico, trattandosi di prestazione assistenziale ex art. 38, comma 1, Cost., con conseguente cessazione dell’erogazione al superamento del limite reddituale previsto per la pensione di inabilità.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – L, sentenza n. 2812/15; depositata il 12 febbraio)

  Così ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 2812/2015, depositata il 12 febbraio 2015. Il fatto. Un cieco “benestante” chiedeva il ripristino della pensione di invalidità che gli era stata sospesa...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.